Indietro
ABBONAMENTI

*Lavazza non è affiliata, né approvata o sponsorizzata da Nespresso.

**Nescafè®, Dolce Gusto® e Melody I sono marchi di terzi senza alcun collegamento con Luigi Lavazza S.p.A.

LAVAZZA STORIES

*Lavazza non è affiliata, né approvata o sponsorizzata da Nespresso.

**Nescafè®, Dolce Gusto® e Melody I sono marchi di terzi senza alcun collegamento con Luigi Lavazza S.p.A.

 caffè leccese  caffè leccese

Come preparare il caffè leccese

A cura del Team Lavazza 2/3 minuti

Il Salento è una splendida regione naturale situata in Puglia, proprio nel tacco d’Italia, famosa per lo straordinario mare turchese, le spiagge paradisiache e le formidabili coste rocciose. Ecco perché questo accogliente e meraviglioso territorio della Puglia meridionale è conosciuto anche con il nome di “Caraibi d’Italia”. Qui troviamo un tradizionale e delizioso caffè freddo locale chiamato caffè leccese o caffè alla Salentina, realizzato con espresso e sciroppo di mandorle, la vera bevanda estiva del Salento. Ecco la ricetta di questa delizia facile da realizzare!

Dalle origini ai nostri giorni

Gli ingredienti del caffè leccese sono essenzialmente caffèmandorle e ghiaccio. Narra la leggenda che il caffè freddo sia arrivato in Italia dalla penisola iberica, attraccando al porto di Otranto già nel XV secolo. Diffuso ben presto nel resto del Salento e dell’Italia, fu l’aggiunta delle mandorle a dare origine alla particolare versione che si può gustare oggi a Lecce. È questa la ragione alla base del nome della ricetta, conosciuta in tutto il mondo anche come caffè freddo leccese o caffè alla Salentina.

Secondo una versione molto più recente del mito, fu Antonio Quarta, proprietario della locale torrefazione Quarta Caffè, ad avere per primo l’idea di miscelare il caffè con pezzi di ghiaccio per sconfiggere l’estrema calura estiva pugliese. I pezzi di ghiaccio venivano frantumati in piccoli cubetti irregolari, messi direttamente nella tazza fumante e poi addolciti a piacere.

Da allora sono passati molti anni, ma la tecnica non è sostanzialmente cambiata. Oggi, oltre al tradizionale caffè freddo, si può chiedere al barista di preparare un soffiato o uno shakerato, due varianti che prevedono l’aggiunta di una morbida crema. Mentre il soffiato può essere preparato con il vapore utilizzato per il cappuccino, rendendolo un po’ più lungo, lo shakerato viene agitato a mano, proprio come un cocktail nello shaker.

La ricetta

Colorato e addolcito con latte di mandorla dolce, il caffe leccese è un infuso rinfrescante per le calde giornate estive. Allo stesso tempo, la gente del posto lo considera un vero e proprio rito.

Tutto ciò che serve per preparare un caffe leccese a casa è una caffettiera moka o una macchina da caffè espresso per il classico caffè italiano e lo sciroppo di latte di mandorla, oltre a un bicchiere, un cucchiaio e del ghiaccio. Come vedrete, l’intera procedura è davvero semplice e veloce!

Ecco gli ingredienti necessari per realizzare questa ricetta (per una porzione):

  • un espresso lungo o 50 ml di caffè da moka
  • 10 grammi di sciroppo di mandorle
  • 2-3 cubetti di ghiaccio

Quando si ordina un caffè leccese in un bar o in una caffetteria, si ricevono una tazza di espresso caldo e un bicchiere a parte contenente circa cinque centimetri di sciroppo e due o tre cubetti di ghiaccio.

Il caffè deve essere un espresso caldo appena preparato. Basta versare il caffè nel bicchiere per raffreddarlo e addolcirlo, prima di gustare il sapore intenso e delizioso delle mandorle pugliesi che si fondono con l’aroma tostato dell’espresso.

Altrimenti, per preparare il caffè leccese a casa, ecco le istruzioni da seguire:

  • Preparate l’espresso o riempite la base della moka con acqua a temperatura ambiente e posizionate il filtro.
  • Riempitela con il caffè macinato e distribuitelo delicatamente in modo uniforme, quindi stringete la parte superiore.
  • Trasferite la moka su un fornello a calore medio-basso e lasciate il coperchio aperto, in attesa che il liquido fuoriesca dalla cannula.
  • Versate lo sciroppo di latte di mandorla in un bicchiere e aggiungete i cubetti di ghiaccio.
  • Quando tutto il caffè è uscito, mescolatelo con un cucchiaino e versatelo nel bicchiere.
  • Mescolate bene e sorseggiate lentamente, assaporando il vostro caffè leccese!

È innegabile: la combinazione di caffè e mandorle è decisamente deliziosa... è ora di provarla!

Altri consigli

Secondo gli esperti, il caffè alla Salentina richiede un espresso freschissimo fatto con una macchina da caffè e la miscela utilizzata è a sua volta importante. Anche la qualità del ghiaccio è fondamentale: non deve presentare fori e deve essere possibilmente prodotto con acqua in bottiglia o almeno filtrata.

Infine, la nota dolce data dall’aroma di mandorla va dosata con attenzione: non più di un cucchiaino di zucchero o una goccia di latte di mandorla. Se si utilizza quest’ultimo, secondo i canoni della tradizione salentina, è meglio scegliere un prodotto naturale (possibilmente pugliese!), in grado di garantire la cremosità data dalla qualità artigianale.


SPEDIZIONE VELOCE

Ordina online e ricevi a casa tua entro 3 giorni lavorativi.

PIACERE LAVAZZA

L' App che premia la tua passione per il caffè con fantastici premi!

SERVIZIO CLIENTI​

Hai bisogno di aiuto?​

Controlla le nostre FAQ o contattaci via chatbot o al  800 124 535.

LAVAZZA DA TE TI PREMIA​

Un mondo di benefit e offerte speciali su misura per te.